Fonte foto: Pikist

Dietrofront sulle scuole dell’infanzia in Campania. Da domani i bambini potranno ritornare in classe. A stabilirlo è un decreto dell’Unità di crisi della Regione Campania.

La decisione arriva a distanza di poche ore dall’entrata in vigore dell’ordinanza anti Covid sottoscritta dal presidente della Regione Campania che stabilisce la sospensione fino al 30 ottobre delle attività didattiche in presenza anche per gli asili.

“A integrazione dell’Ordinanza n.79 – recita il decreto integrativo odierno – su richiesta dei Sindaci pervenuta all’Unità di Crisi attraverso l’ANCI, e nelle more di specifici congedi parentali per i genitori, da domani è consentita, anche in presenza, l’attività delle scuole
dell’infanzia: nidi, asili, con bambini di età compresa nella fascia della fascia 0-
6 anni”.

La decisione arriva al termine di una giornata calda sul fronte delle proteste. Tante le manifestazioni andate in scena in mattinata in tutte le province campane contro la decisione di chiudere le scuole in Campania, decisione che ieri De Luca aveva motivato mostrando i numeri: “Ritengo opportuno ricordare i dati a me comunicati dalla task force regionale. Oggi 15 ottobre – ha comunicato ieri sui social il governatore della Campania – i tamponi positivi registrati in Campania sono stati 1.127 su 13.780, pari all’8,1 % rispetto al 7,1 di ieri. Per quanto riguarda il mondo della scuola, ecco i dati riferiti a Napoli e Caserta: Asl Napoli 1: contagiati 120 tra alunni e docenti; Asl Napoli 2: contagiati 110 tra alunni e docenti; Asl Napoli 3: contagiati 200 alunni e 50 docenti, con circa 70 casi connessi; Asl Caserta: contagiati 61 tra alunni e docenti. Decine di questi contagi sono contatti diretti, e sono stato rintracciati attraverso il contact tracing”.

COVID-19, DICHIARAZIONE IN RELAZIONE AL PROBLEMA DELLA SCUOLA

🔴 #CORONAVIRUS: ritengo opportuno ricordare i dati a me…

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Giovedì 15 ottobre 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here